Arianna Ortelli |

Founder Novis

24 anni | Torino

Arianna Ortelli |

Founder Novis

24 anni | Torino

Percorso Formativo:

Laurea in Economia, un corso che le ha permesso di approfondire il mondo startup è stato "Corso Startup" frequentato durante il terzo anno dell'università, Bootcamp con Fondazione Agnelli (SEI, School of Entrepreneurship and Innovation).

Percorso Lavorativo:

Il primo lavoretto è stato in un villaggio turistico, successivamente in bar e ristoranti, esperienza in un format di startup nel mondo food, per poi fondare la propria stratup col suo Co-fonder Dario.

Quale cambiamento positivo nel mondo punta a realizzare:

Il primissimo obiettivo di Novis è quello di permettere a chiunque di poter giocare oltre i propri limiti. Utilizzare il gioco come mezzo di aggregazione, di inclusione e di accessibilità. L'obiettivo a lungo termine e la loro missione è quella di permettere a persone con disabilità visiva di avere accesso al mondo dell'intrattenimento digitale, tramite una console sviluppata appositamente su audio e tatto.

Come ha intenzione di portarlo:

fino ad ora hanno sviluppato 3 demo di giochi, tuttavia uno dei punti cardine sui quali stanno lavorando ultimamente, è quello di creare una piattaforma open-source che permetta a soggetti terzi, di creare contenuti. Non vogliono essere gli unici creatori di questi ultimi, ma essere i creatori della piattaforma che li accolga. L'obiettivo è quello di arricchire la piattaforma con una serie di contenuti diversi che possano rivoluzionare il modo con cui abbiamo immaginato un videogioco fin ora.

Cosa ha determinato la scelta di perseguire questo obiettivo:

Il background che la rappresenta, è quello dello sport. Ha sempre giocato a Calcio, il suo co-founder a calcio ed entrambi avevano voglia di rivoluzionare questo mondo. Utilizzare lo sport, il movimento e il divertirsi con altri. Grazie a questi valori, hanno pensato ad un modo diverso di giocare, che potesse essere inclusivo ed accessibile anche per persone con disabilità visiva.

Fattori che un imprenditore del futuro dovrebbe avere per generare un impatto positivo:

Partire proprio dall'impatto che vogliamo generare è importantissimo. È importante individuare una necessità ma che allo stesso tempo tu possa percepire come qualcosa di importante. Il punto di partenza è avere un impatto su qualcosa che ti caratterizza e che senti importante per te.
Essere focalizzati sulle persone, su coloro che il progetto possa aiutare.
E Pensare in grande.